LA FONDATRICE

L’erba appena tagliata, una cartoleria piena di quaderni e matite, la torta appena sfornata, una porta che si apre sulla stanza dell’infanzia. Tutti questi ricordi sono intensi anche perché sono associati agli odori. L’olfatto ci riporta indietro nel tempo e ci fa viaggiare con l’immaginazione, evocando luoghi e momenti che abbiamo vissuto e quelli che abbiamo solo sognato.

Marta è stata sempre affascinata dagli odori, dal paradosso di un senso che è animale e poetico insieme. Ci ha sempre fatto caso, ma è stato solo nel 2017, quando aspettava il suo secondo bimbo, che ha iniziato a lavorare per crearli. All’epoca viveva a New York e subito si è diretta verso accordi che le ricordavano la vita in Italia: una passeggiata in pineta, una gita al museo, il bucato steso su un balcone fiorito.

Con le sue ricerche ha scoperto quanto l’industria dei profumi possa essere dannosa alla salute e poco sostenibile. Così, Marta ha iniziato a lavorare fin dall’inizio con ingredienti non tossici, che fossero anche prodotti in maniera sostenibile, vegani e non testati sugli animali.

Ora vive a Milano, innamorata del quartiere Isola, dove vive, pieno di artigiani come lei e suo marito, e dove ha aperto il suo laboratorio/negozio.

La stessa passione con cui ha iniziato è ora diventata Made in Italy.